VERBALE INCONTRO CONSIGLIO PARROCCHIALE PASTORALE DEL 19 GENNAIO 2020

Partecipa alla seduta del CPP il Vicario Episcopale di Zona I Mons. Carlo Azzimonti
Presenti: Don Ivan Bellini – Artioli Valter – Biondi Matteo – Capezzali Letizia –– Dilillo Giueppe – Frasanchin Francesca – Lagattolla Giuseppe – Langella Pino – Macalli Angela – Maiocchi Chiara – Motta Massimo – Suor Luisa Plebani – Sanna Maria –– Speroni Carla – Stellini Cinzia

Assenti Giustificati: De Siati Mario – Varallo Veronica

Ordine del Giorno:

1. Presentazione realtà parrocchiale al Vicario Episcopale di Zona

Il Consiglio Pastorale Parrocchiale si riunisce in data odierna in occasione della visita alla nostra Comunità del Vicario Episcopale di Zona I Mons. Carlo Azzimonti.
Modera l’incontro G. Lagattolla.
Approvazione verbali
Si approvano all’unanimità i seguenti verbali:
– 1° incontro del CPP del 24.11.2019
– scrutinio elezione consigliere del CAEP spettante al CPP

  1. Presentazione realtà parrocchiale
    Attraverso una relazione predisposta dalla commissione preparatoria del CPP, vengono presentati i vari ambiti parrocchiali in essere, i risultati ad oggi raggiunti e gli obiettivi che si intendono perseguire nell’anno pastorale corrente. La relazione verte su tre tematiche:
    Iniziazione cristiana: (Relaziona MC. Stellini)
    – Itinerario catechesi 7-11 anni
    – Il “post-Cresima” e le iniziative per i più giovani
    – Oratorio estivo
    – Animazione liturgia
    Iniziative caritative: (Relaziona V. Artioli)
    – Acli parrocchiale
    – Locanda di Gerico
    – Centro di Ascolto Parrocchiale
    – I cenacoli – Gruppi di ascolto della Parola
    – Ministri dell’Eucarestia
    Iniziative culturali: (Relaziona G. Langella)
    – San Mamete
    – Storia della parrocchia, in vista del 60° anniversario

Al termine delle relazioni Mons. Carlo Azzimonti evidenzia che a S. Filippo Neri esiste una Comunità viva, e mette in risalto alcuni aspetti da tenere in considerazione, di cui si riporta una sintesi, al fine di riflettere e trovare opportunità di miglioramento: Chiesetta di San Mamete
Si apprezza l’impegno di preservare l’antica chiesetta di S. Mamete, non solo dal punto di vista storicoculturale, ma anche come luogo della memoria e delle tradizioni. Questo impegno costituisce un importante valore simbolico: tenere vive le ragioni della Chiesa, cioè la “consegna” che passa attraverso lo scambio delle diverse generazioni.
Bambini, ragazzi, adolescenti, giovani
– Itinerario 7-11 anni: Il lavoro svolto dalla Comunità si inserisce sostanzialmente nel solco delle linee diocesane, che rappresentano i binari per camminare in comunione con l’intera Diocesi. Dopo il periodo di sperimentazione del nuovo itinerario di Iniziazione Cristiana, si consoliderà per l’intera Diocesi questo nuovo percorso; l’Arcivescovo emanerà un decreto che sarà lo strumento operativo diocesano a cui ci si dovrà attenere. Per S. Filippo Neri sarà quindi opportuno andare verso il cammino dei 4 anni.
– Post-cresima: è importante lavorare perché la Cresima non diventi il sacramento dell’addio. È opportuno allargare il perimetro d’azione. La Parrocchia diventa insufficiente. Necessita riflettere su proposte per gli adolescenti a livello decanale, in modo da avere una regia unitaria che si articolerà nell’accompagnare i ragazzi preadolescenti/adolescenti. Si sottolinea che i ragazzi hanno bisogno di ritrovarsi fra coetanei che condividono le stesse esperienze attraverso anche a incontri appositi organizzati in Decanato o in diocesi. S. Filippo Neri potrebbe quindi avviare una collaborazione con altre parrocchie vicine (es. S. Bernardo).
Costruire una “Rete“ interna e decanale
Non solo per i ragazzi ma anche per l’intera Comunità sono auspicabili momenti unitari decanali. È importante cementare anche il legame fra le varie realtà ed “associazioni” presenti in Parrocchia. Per arrivare a questo diventa importante la regia del CPP, per evitare il sovrapporsi di interventi.
Si deve imparare a mettersi in rete, interagendo anche con il Decanato. Un esempio potrebbe essere la costituzione di un unico Centro di Ascolto decanale. Ciò porterebbe enormi vantaggi sul piano dell’efficienza e dell’efficacia, questo aiuterebbe anche a consolidare il legame con il territorio e con gli Enti esterni alla Parrocchia.

Si tratta, cioè, di valorizzare la comunione, utilizzando il CPP come organo centrale che guarda, osserva, consiglia e decide sotto lo sguardo del Parroco, interagendo opportunamente con il Decanato.
Gruppi di Ascolto della Parola “Cenacoli”
Si incoraggia a promuovere i Cenacoli nelle abitazioni, che rappresentano un’ottima opportunità missionaria. È fondamentale che gli Animatori, formati dal Parroco, sviluppino l’incontro secondo le linee tracciate dall’Arcivescovo. Ministri straordinari dell’Eucarestia Ruolo sostanziale della Comunità è quello dei Ministri straordinari dell’Eucarestia, per la loro possibilità di incontro soprattutto con gli anziani ed i malati.
Valutare la possibilità di far accompagnare i Ministri, durante le loro visite, da gruppetti di ragazzi, così da favorire l’intreccio fra le generazioni.

Riassumendo: sviluppare ciò che già è attivo in Parrocchia, collegarsi al Decanato ed alle Comunità Pastorali e coltivare l’arte del “buon vicinato” nei condomini.
Al termine delle riflessioni espresse dal Vicario, Don Ivan nel ringraziare sottolinea che l’ambito delle carità è quello che vede la Parrocchia maggiormente impegnata, e per la quale ci vede maggiormente sensibili ed incisivi. Attualmente nel nostro decanato è attiva e ben avviata la Caritas decanale, a cui partecipano 2 nostri volontari.
Viceversa è abbastanza evidente la necessità di fare di più sul fronte della Pastorale Giovanile, pensando anche ad una maggior convergenza con le parrocchie limitrofe.

Inoltre necessita sforzarci di più nell’ambito formativo, in particolare per l’animazione liturgica.
Prospettive Decanato di Affori e Visita Pastorale dell’Arcivescovo
Decanato Affori: partendo dal presupposto che il luogo dell’incontro e dell’interazione dovrà sempre più diventare il Decanato, è in atto la riforma decanale, ossia si stanno ridisegnando i confini dei Decanati della Diocesi. Per il momento il Decanato di Affori rimane com’è, ma la prospettiva è quella di integrarlo con i decanati di Zara e Niguarda che saranno a breve unificati.
Visita Pastorale dell’Arcivescovo: la visita, che sarà maggiormente legata ai momenti “feriali”, partirà nell’anno pastorale 2021-2022.
Bisogna cominciare a pensare ad opportuni momenti di preparazione. È probabile una specifica Lettera dell’Arcivescovo sul tema.

Prossima convocazione
Il prossimo incontro del Consiglio avrà luogo nel mese di febbraio 2020.
La data dell’incontro e l’Ordine del giorno verranno definiti entro la fine del corrente mese.

L’incontro termina alle ore 12.30