Iniziazione Cristiana

catechismo bovisasca

L’Iniziazione Cristiana vuole introdurre all’incontro personale con Gesù nella comunità cristiana, cioè alla vita cristiana nelle sue diverse dimensioni (Conferenza Episcopale Italiana, Incontriamo Gesù. Orientamenti per l’annuncio e la catechesi in Italia, n. 52).

“È iniziazione cristiana l’atto generativo di una comunità che tramite un bagno di vita ecclesiale propone con gioia un tirocinio, un apprendistato alla vita cristiana attraverso le tappe sacramentali, per persone che non hanno più o quasi più o non ancora un’esperienza concreta di vita cristiana, cioè di relazione con il Signore Gesù all’interno della comunità dei suoi discepoli” (Enzo Biemmi, Convegno nazionale degli Uffici Catechistici, Salerno 2018).

La catechesi per i fanciulli e i ragazzi dai sette agli undici anni vuole quindi essere un’esperienza ecclesiale d’incontro con il Signore Gesù che li introduce, mediante i sacramenti, alla vita cristiana nella sua interezza. Per raggiungere questo duplice obiettivo si è reso necessario mettere da parte il modello di impronta scolastica che di fatto ha caratterizzato la catechesi fino a tempi molto recenti (un libro: il catechismo; un insegnante: il catechista; una classe che apprende nozioni sulla fede…), a favore di un modello di cammino a più dimensioni, corrispondenti alle dimensioni fondamentali dell’esperienza cristiana.

 

Il cammino di Iniziazione Cristiana, secondo il progetto diocesano approvato nel 2013, si compone di QUATTRO ANNI, iniziando dal secondo anno della scuola primaria.

Sulla pagina del portale diocesano relativa alla catechesi ci sono altre informazioni: https://www.chiesadimilano.it/servizioperlacatechesi/iniziazione-cristiana/le-caratteristiche-del-percorso-con-te-3391.html

Come strumenti del percorso ai ragazzi viene dato, ogni anno, un particolare sussidio cartaceo che viene utilizzato durante gli incontri: è il sussidio Con TE!; è suddiviso nei quattro anni del cammino:  Con TE! 1. Figli, Con TE! 2. Discepoli, Con TE! 3. Amici, Con TE! 4. Cristiani.

Al percorso possono iscriversi anche ragazzi non battezzati; questi, in accordo con i genitori vivranno insieme al resto del gruppo le tappe del cammino catecumenale e riceveranno il battesimo nel contesto della messa di Prima Comunione.

Queste le tappe fondamentali del cammino dei quattro anni:

PRIMO ANNO. Accendere i sensi. Gesù il cuore dell’annuncio (vangelo di Marco)

Tempo di accoglienza e prima evangelizzazione. Consegna dei Vangeli al termine dell’anno (contestualmente rito dell’ingresso al catecumenato per i non battezzati).

SECONDO ANNO. Gesù: incontro e chiamata (vangelo di Luca)

Immedesimarsi nei personaggi che incontrano Gesù.

Tema della preghiera e consegna del Padre nostro a metà anno.

Tema del battesimo e alla fine dell’anno memoria del battesimo (contestualmente rito dell’elezione per i non battezzati)

TERZO ANNO. Gesù ci salva

Accogliere la salvezza nei segni sacramentali: Riconciliazione (e unzione dei catecumeni per i non battezzati) nel tempo di avvento e messa di Prima comunione alla fine dell’anno (con battesimo per i catecumeni)

QUARTO ANNO. La vita nello spirito

Testimoni del vangelo. Temi morali: le beatitudini e i comandamenti. Consegna della Legge dell’amore a metà anno.

Il dono dello Spirito santo e l’appartenenza alla Chiesa.

Secondo le norme diocesane la celebrazione della Confermazione può avvenire dal tempo di pasqua (maggio di quinta elementare) al tempo di avvento (novembre di prima media).

All’inizio dell’anno pastorale occorre iscriversi presso la segreteria, utilizzando il modulo apposito, scaricabile in questa pagina.

Carissime famiglie, vi raggiungiamo con questa lettera, all’inizio dell’anno pastorale, dopo molti mesi di lontananza: il lungo e improvviso periodo del lockdown ci ha obbligati a una sospensione delle attività pastorali e anche alla posticipazione della festosa celebrazione dei sacramenti.......