La situazione attuale – Restauri

La situazione attuale

Oggi la cappella necessita di una serie di interventi,
alcuni volti al risanamento, altri agli adeguamenti necessari affinche’ tale piccolo e prezioso edificio, ritrovi la sue antica funzione di aggregazione nella vita attuale del quartiere (come, ad esempio, l’adiacente cascina San Mamete).
Oltre all’importanza storica e funzionale della cappella, riteniamo estremamente importante salvare da un evidente degrado gli antichi affreschi interni.

Attribuiamo la ricomparsa delle crepe nelle murature perimetrali portanti, alla mancanza di fondazioni adeguate al carico che debbono sostenere rispetto al terreno sul quale insistono.
Ne deriva la necessita’, prima di intervenire sugli effetti di tale carenza, di formare una adeguata sottomurazione dell’edificio.

Un secondo passo fondamentale per il ripristino della cappella, consiste nell’eliminare l’umidita’ risalente dalle fondazioni.

A questo punto sara’ possibile provvedere al restauro degli affreschi e ad una serie di interventi sui muri, copertura e serramenti (vedi preventivo di massima).

L’ultimo passo, condizione indispensabile per consentire “recupero” anche funzionale di San Mamete, consiste:

  • nell’installazione del bagno per disabili
  • nella costituzione, il rifacimento o l’adeguamento degli impianti tecnici
  • nel recupero della deliziosa area di pertinenza della cappella (vedi planimetria), oggi parzialmente abbandonata ed inutilizzabile.